Oltre i rancori. Trieste 1938, ricordando le Leggi Razziali

Nel ricordare per non ripetere, possiamo spingere la nostra attenzione fino al punto da riuscire a intercettare il male che pesava su coloro che male hanno fatto?

Dare parola a tutte le sofferenze è forse l'unica via che abbiamo per non alimentare il rancore, che non si estingue semplicemente con il trascorrere del tempo e delle generazioni.

Una riflessione difficile. Abbiate pazienza.

 

La fonte di cronaca che cito è Il Piccolo, quotidiano di Trieste (qui)

Scrivi commento

Commenti: 0