Contrasto alle idee o attacco alle persone?

Perché quando siamo in disaccordo su qualcosa finiamo spesso per attaccare le persone? Qualche annotazione sull'esperienza del "moralmente incomprensibile": dove tende a condurci e come fare per affrontarlo costruttivamente (recuperando un suggerimento da Ignazio di Loyola e un aspetto della regola del "Praesupponendum"...).

Scrivi commento

Commenti: 0